consegna gratuita sopra i 99 euro in tutta Europa

L’olio di CBD per curare l’ansia

A differenza dei problemi di salute puramente fisici, i disturbi mentali come ansia e depressione possono essere molto più difficili da trattare, e in molti sono frustrati dalla mancanza di opzioni a loro disposizione. I tradizionali farmaci ansiolitici o antidepressivi possono causare effetti collaterali o addirittura peggiorare il problema. Il CBD nelle sue molteplici forme può offrire un’alternativa naturale o un trattamento complementare per ansia, depressione o altri disturbi neurologici.

Usare il CBD per diversi tipi di ansia

In tutto il mondo, la depressione è la principale causa di disabilità, e la maggior parte dei malati, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, non riceve cure adeguate. Negli Stati Uniti, i disturbi d’ansia colpiscono circa 40 milioni di adulti, circa il 18% della popolazione, e solo un terzo di questi riceve un qualche tipo di cura.

Anche se spesso parliamo di ansia come un problema unico, in realtà può assumere varie forme:

Disturbo d’ansia generalizzato (GAD): crea una situazione in cui una persona si sente ansiosa per un periodo continuato, di almeno sei mesi. Il disturbo è caratterizzato da preoccupazioni e tensioni eccessive, anche quando non si riesce a identificare alcuna causa particolare.

Disturbo ossessivo compulsivo (DOC): è un disturbo che può risultare familiare a molte persone in quanto è spesso rappresentato in televisione e al cinema. È caratterizzato da costanti pensieri intrusivi, che portano il malato a svolgere determinati rituali o comportamenti ossessivi come il lavarsi le mani in modo compulsivo o il controllare costantemente che tutte le porte siano chiuse.

Disturbo di panico: mentre il disturbo d’ansia generalizzato crea una continua sensazione di stress, il disturbo di panico è caratterizzato da attacchi di ansia più acuti, che provocano attacchi di panico. Durante questi attacchi, le persone sperimentano sintomi fisici come mancanza di respiro, dolore al petto e vertigini e possono persino provare la sensazione di stare per morire.

Disturbo da stress post-traumatico (PTSD): causato dall’esposizione o dall’esperienza di un evento traumatico come guerra, disastri naturali o aggressioni violente. I sintomi di questo disturbo sono flashback, problemi di rilassamento, incubi e comportamenti evitanti.

Fobia sociale (disturbo d’ansia sociale): molte persone possono diventare particolarmente nervose in situazioni quali, per esempio, parlare in pubblico. Le persone con disturbo d’ansia sociale possono sperimentare questo livello di angoscia in qualsiasi tipo di situazione sociale, il che spesso porta a livelli insostenibili d’ansia anche solo per la semplice presenza di altre persone.

Ansia e depressione spesso vanno mano nella mano: quasi la metà delle persone con diagnosi di depressione hanno anche qualche tipo di disturbo d’ansia.

Come lo stress e l’ansia cronici influenzano il corpo

Sebbene l’ansia e la depressione siano ovviamente dolorosi e persino debilitanti per coloro che ne soffrono, queste condizioni possono avere implicazioni che vanno ben oltre i loro effetti immediati sulla salute mentale. È stato dimostrato che stress cronico, ansia o depressione causano:

  • Obesità e disturbi alimentari
  • Disfunzioni sessuali
  • Problemi mestruali
  • Ipertensione
  • Aumento del rischio di malattie cardiache o ictus
  • Disordini gastrointestinali
  • Perdita di capelli
  • Problemi della pelle come eczema o psoriasi

Come funziona il CBD per l’ansia

Ci sono molte opinioni positive sull’utilizzo del CBD per il trattamento e la gestione dell’ansia, ma per capire esattamente come funziona dobbiamo fare un passo indietro e imparare qualcosa sul nostro corpo.

All’interno di tutti i mammiferi esiste quello che è noto come il sistema endocannabinoide, un sistema di recettori che attraversa tutto il corpo. Sebbene questo sistema sia una scoperta abbastanza recente, è molto importante, poiché risulta che questi recettori governano molte delle funzioni vitali del corpo tra cui l’umore, la risposta allo stress, i ritmi del sonno, la funzione immunitaria, la risposta al dolore e l’appetito.

Il modo in cui il CBD può aiutare con l’ansia e tanti altri problemi di salute è interagendo con questi recettori endocannabinoidi. Quando si connette con questi recettori, lavora per ripristinare la stabilità di queste funzioni e aiuta il corpo a funzionare in modo sano e naturale. Quando il corpo inizia a regolare le sue risposte allo stress, si verifica una riduzione dell’ansia e un miglioramento nel modo in cui vengono gestite le situazioni stressanti.

La ricerca sul CBD

Sebbene la ricerca scientifica sull’intera gamma di benefici del CBD sia ancora agli inizi, sono stati condotti numerosi studi che mostrano risultati positivi provenienti dall’uso del CBD per l’ansia.

  • Durante uno studio del 2010 sulle persone affette da ansia sociale, i partecipanti a cui è stato somministrato CBD non solo hanno affermato di sentirsi più calmi, ma le scansioni cerebrali hanno mostrato una ridotta attività nelle aree associate allo stress.
  • Uno studio del 2011 ha rilevato che il CBD riduce lo stress nelle persone che soffrono di ansia sociale, in particolare quando si tratta di parlare in pubblico.
  • Una review del 2015 di una serie di studi ha trovato prove complessivamente positive nell’uso del CBD per alleviare ansia generalizzata, disturbi di panico, disturbo da stress post-traumatico e disturbo ossessivo compulsivo.
  • Uno studio del 2016 ha scoperto che il CBD era utile per ridurre ansia e problemi di sonno associati in un bambino affetto da disturbo da stress post-traumatico.

Come usare l’olio di CBD per l’ansia

Chi è abituato a prendere farmaci tradizionali su prescrizione per curare l’ansia può forse sentirsi un po’ insicuro sulla quantità di CBD necessaria per alleviare i propri sintomi.

La cosa più importante da ricordare è che ogni situazione è diversa e tutti avranno bisogno di una quantità diversa di CBD.

Sebbene il CBD sia un prodotto completamente naturale, è meglio iniziare con un dosaggio basso e vedere come risponde il corpo: potrebbe essere possibile trarre benefici da una quantità molto ridotta.

Le cose che influenzeranno il modo in cui si reagisce al CBD e la quantità necessaria per provare sollievo dall’ansia includono:

  • Il peso corporeo
  • Il metabolismo
  • La concentrazione del prodotto
  • I problemi specifici e la gravità dell’ansia

Se si sceglie di utilizzare il CBD per trattare l’ansia, è consigliabile includerlo in un piano di trattamento più ampio. In particolare, se si stanno assumendo farmaci per trattare ansia o depressione, si dovrebbe sempre consultare il medico prima d’iniziare con qualsiasi nuova sostanza. Se possibile, potrebbe essere utile rivolgersi a un medico specializzato o con esperienza con l’uso terapeutico della cannabis.

Il CBD funziona davvero?

Sebbene il CBD non abbia beneficiato della vasta ricerca svolta invece su altri farmaci o trattamenti, esistono molti studi emergenti che possono dimostrare i risultati

Read More »

Sicurezza del CBD

Al giorno d’oggi ci sono numerose risorse disponibili che informano sui benefici del CBD, ma se è la vostra prima esperienza con il cannabidiolo è

Read More »

Il CBD è legale?

I nuovi consumatori di CBD si fanno spesso la stessa domanda: il CBD è legale? E non c’è da stupirsi che la domanda sia così

Read More »

Che ne dici di uno sconto del 15%?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Risparmia il 15% con il codice coupon

HELLO15