consegna gratuita sopra i 99 euro in tutta Europa

Come viene coltivato il CBD?

Per ottenere prodotti CBD di alta qualità, è necessario partire da piante della migliore qualità: si tratta di ceppi particolari della pianta di cannabis che contengono solo piccole quantità di THC e quantità molto elevate di CBD. La cannabis è nota per essere una pianta abbastanza resistente e facile da coltivare, ma per ottenere un alto rendimento a uno standard elevato, richiede ottime conoscenze ed esperienza.

Condizioni di crescita

La canapa è una pianta altamente adattabile che può essere coltivata in un’ampia diversità di climi. Sebbene sia originaria della Cina, è stata coltivata in molte altre parti del mondo per secoli. Oggigiorno, sono principalmente le regolamentazioni di un dato Stato o Paese a determinare dove viene coltivata.

Le condizioni di crescita per la canapa e la marijuana sono simili ma non identiche. Le piante di canapa amano idealmente il sole pieno e un terreno ben drenato, ma non sabbioso. La canapa richiede terreno umido durante il processo di germinazione, ma una volta stabilizzata è abbastanza resistente alla siccità. La canapa può essere piantata molto più densamente della marijuana, richiedendo solo circa 10cm di spazio tra ogni pianta. La marijuana invece richiede molto più spazio e condizioni climatiche attentamente controllate.

Il ciclo di crescita

Esistono diversi ceppi di canapa, ma in generale ha un ciclo di vita di circa 100-150 giorni, che è molto più lungo rispetto a quello della marijuana (circa 90 giorni). La pianta attraversa quattro fasi prima di poter essere raccolta, e ogni fase richiede cure e condizioni diverse.

Germinazione

Questo è lo stadio in cui il seme prende vita per la prima volta. Nel caso della canapa, i semi vengono solitamente piantati direttamente nel terreno in cui verranno coltivati, a differenza di altre piante che vengono spesso piantate in piccoli contenitori e successivamente trasferite nel terreno. Prima della germinazione, il seme è in uno stato dormiente, in attesa che si verifichino le condizioni che la rendano possibile: può rimanere in questo stato per anni. Una volta piantato il seme nel terreno e innaffiato, il primo germoglio emergerà e crescerà verso la superficie, mentre la radice inizierà a crescere verso il basso. Questo di solito si verifica entro 5-10 giorni dalla semina. Durante questa fase iniziale le piante sono alquanto fragili e non devono essere lasciate seccare.

Stadio di plantula

Durante lo stadio di plantula, che dura circa 2-3 settimane, si può osservare lo sviluppo delle foglie seghettate che caratterizzano la pianta di cannabis. Man mano che le foglie si sviluppano, la pianta assorbe i raggi UV, che consentono alle piante di crescere. Il germoglio può originare molte foglie a questo punto, ma è ancora considerato una plantula fino a quando non origina 5-7 lame per foglia. Lo stadio di plantula è una fase vulnerabile per la pianta di cannabis, che non dovrebbe essere esposta a condizioni meteorologiche estreme o a scarsità di acqua.

Stadio vegetativo

Lo stadio vegetativo consiste nella fase in cui la pianta effettua la maggior parte della sua crescita, diventando riconoscibile come cannabis. Questa fase dura circa 3-16 settimane e rappresenta il momento migliore per potare e “addestrare” la pianta. Ciò garantirà che non sprechi energia al fine di creare lunghi steli composti principalmente di foglie e che cresca piena e cespugliosa per un alto rendimento di fiori.

Fioritura

Questa è la fase finale del ciclo di crescita e ovviamente la più importante in termini di produzione di CBD. Anche se i cannabinoidi si trovano in tutta la pianta, sono più concentrati nei fiori resinosi. I fiori iniziano a emergere quando le giornate si accorciano e ci sono circa 12 ore di buio. Vengono prodotti dalla pianta femmina e la differenza tra i sessi diventerà evidente nella fase di fioritura. Le piante maschili vengono rimosse in modo da non impollinare le piante femminili, il che comporterebbe un dispendio di energie per produrre semi e non fiori. Il primo segno di fioritura saranno peli delicati noti come tricomi. Nelle settimane seguenti, i boccioli inizieranno a formarsi e la quantità di cannabinoidi nei fiori aumenterà. La fase di fioritura dura circa 5-7 settimane.

Raccolta

Una volta che la fioritura è iniziata, è necessario un esperto per determinare in modo esatto il momento migliore per raccogliere i fiori. All’inizio della fioritura, i livelli di CBD nei fiori sono minimi, ma aumentano man mano che i fiori crescono. Tuttavia, se vengono lasciati troppo a lungo sulla pianta, il contenuto di CBD nelle gemme può iniziare a deteriorarsi. La canapa industriale (che viene utilizzata per fibre e semi) può essere raccolta a macchina, ma la canapa per il CBD è molto più impegnativa. Questi fiori di solito devono essere raccolti a mano, poiché qualsiasi danno può avere impatto sui cannabinoidi stessi.

Lavorazione

Una volta che i fiori sono stati raccolti, devono essere completamente essiccati. Questo non solo migliora la potenza del CBD, ma è anche vitale per prevenire lo sviluppo di muffe, che renderebbero il fiore inutilizzabile. I boccioli vengono quindi imballati per essere venduti come fiori, o inviati per la trasformazione in olio di CBD. Puoi leggere di più sul processo di estrazione del CBD qui.

Il CBD funziona davvero?

Sebbene il CBD non abbia beneficiato della vasta ricerca svolta invece su altri farmaci o trattamenti, esistono molti studi emergenti che possono dimostrare i risultati

Read More »

Sicurezza del CBD

Al giorno d’oggi ci sono numerose risorse disponibili che informano sui benefici del CBD, ma se è la vostra prima esperienza con il cannabidiolo è

Read More »

Il CBD è legale?

I nuovi consumatori di CBD si fanno spesso la stessa domanda: il CBD è legale? E non c’è da stupirsi che la domanda sia così

Read More »

Che ne dici di uno sconto del 15%?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Risparmia il 15% con il codice coupon

HELLO15